Consiglio di lettura: Viola e il Blu di Matteo Bussola (Salani Editore)

Esplorando il corpo umano
Finalmente è tornato Esplorando il corpo umano!
15 Luglio 2020

Papà, io non capisco questa cosa dei posti dei maschi e i posti delle femmine” dice Viola.

Perché dobbiamo avere un posto? Non è più bello se tutti vanno dove vogliono?

Ma tu puoi andare dove vuoi, Viola. Solo, devi mettere in conto che, a volte, qualcuno si sentirà in diritto di dirti che hai sbagliato strada. O che quel posto non ti spetta. Ma tu non glielo devi permettere mai“.

Ogni volta che leggo queste parole mi attraversa un brivido.

Sarà che è destino che le cose mi vadano strette: e non parlo solo dei vecchi jeans conservati con cura, non si sa mai, nell’ultimo cassetto dell’armadio. Parlo da donna, mamma, moglie, lavoratrice.

Ruoli che presuppongono, al loro interno, tutta una serie di aspettative che spesso e volentieri si divertono a cozzare contro di me. Manco fossi un autoscontro.

Ci sono giornate in cui ho come l’impressione di aver firmato, con il primo vagito, una montagna di cambiali a cui ora è difficile sottrarmi. Il prezzo da pagare per aver ricevuto il cromosoma X da mio padre.

Poi ritorno in me e cerco di farmi sentire. Che questo non è l’esempio che voglio dare a mia figlia. Serve forza e consapevolezza. Tanta.

Come scrive Matteo Bussola nel suo ultimo splendido libro, intitolato Viola e il Blu, Salani Editore:

È facile essere una bambina difficile. Se non hai paura di cadere quando vai fortissimo in bici, se preferisci arrampicarti sugli alberi invece che giocare alle principesse, se ti dicono di non giocare a calcio coi maschi e tu non capisci bene il perché, se hai l’impressione che quando ti chiedono di fare la brava intendano solo farti stare zitta, insomma ogni volta che non sei ciò che si aspettano da te, allora ecco. Almeno una bambina così la conosci di sicuro. Magari, quella bambina sei proprio tu.

Colpita e affondata.

Il libro è una lunga chiacchierata tra Viola e il suo papà, una bambina che gioca a calcio, sfreccia in monopattino ed ama vestirsi di Blu.

In questa storia, ispirata dalle conversazioni con le sue figlie, Matteo Bussola indaga gli stereotipi di genere attraverso gli occhi dei bambini e degli adulti. Maschi e femmine.

E lo fa citando opere d’arte come il quadro della Madonna del Granduca di Raffaello, La ragazza con l’orecchino di perla di Vermeer e l’affresco, probabilmente il più famoso al mondo, di Michelangelo: La creazione di Adamo che si ammira (e qualcuno di voi, magari come me, l’ha fatto a bocca aperta) nella volta della Cappella Sistina.

La ragazza con l’orecchino di perla di Vermeer illustrata da Matteo Bussola

Questi passaggi li ho apprezzati tantissimo anche perché hanno creato l’occasione perfetta per mostrarli a mia figlia. E lei non ha certo perso quella di ricordarmi che, una volta finita la pandemia, le opere d’arte vuole andarle a vedere di persona.

Dentro al libro però si parla anche di Barbapapà, Mulan, Lady Oscar, Dora l’Esploratrice, le Tartarughe Ninja, Cenerentola, Biancaneve e perfino di streghe: da sempre il simbolo delle donne e delle ragazze libere. Quelle che non si facevano dire cosa fare e come essere. Quelle di cui gli uomini hanno sempre avuto un po’ paura. Malefica docet.

Viola e il Blu di Matteo Bussola

Viola e il Blu è un libro davvero per tutti, grandi e piccini.

Le parole e le illustrazioni dell’autore si fondono con armonia e delicatezza, riuscendo a scavare in profondità su un tema ancora tristemente attuale e controverso.

È un testo che andrebbe letto in ogni famiglia ma anche a scuola.

Confesso che la prima lacrimuccia mi è scesa a pag.49.

Poi, verso la fine, c’è stato un colpo basso…e che ve lo dico a fare.

Si legge in pochissimo tempo, io credo di averci impiegato meno di un’ora. E l’ho letto ad alta voce, con Anna che mi incalzava.

Le è piaciuto così tanto che ora lo sta rileggendo, un po’ ogni sera, insieme al papà.

E se come affermava Einstein:

Piccolo è il numero di persone che vedono con i loro occhi e pensano con le loro menti;

di libri come Viola e il Blu ne abbiamo davvero bisogno.

Lo trovate nella vostra libreria di fiducia e nella mia vetrina Amazon, insieme a tanti altri consigli di lettura.

Viola e il Blu di Matteo Bussola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy