Il lavoro invisibile delle donne: il carico mentale

In difesa delle bambine - Terre des Hommes
In difesa delle bambine
22 Ottobre 2019
Gioco anch'io. Un progetto per adattare giochi per bimbi con disabilità gravi.
Gioco anch’io. Un progetto per adattare giochi per bimbi con disabilità gravi
22 Gennaio 2020
Il lavoro invisibile delle donne: il carico mentale

Blogger, fumettista e ingegnere informatico francese, Emma comincia distribuendo volantini femministi all’entrata delle metro di Parigi prima di andare al lavoro.

Nel 2016 decide di aprire un blog. Dalla prima pubblicazione online di “Bastava chiedere!”, Emma racconta la quotidianità delle donne – il lavoro, la coppia, la famiglia – da una prospettiva nuova, attraverso l’arma leggera ed efficace del fumetto.

Lo pubblico qui di seguito perché riguarda tutte noi. Mi correggo: tutti noi.

Mi sembra renda molto chiaro un concetto così sfuggente da definire come quello di “carico mentale” (avete presente il multitasking?): quel peso opprimente che occupa con la grazia di un elefante la mente di ogni donna, senza interruzioni di sorta, e che sembra divertirsi a complicare e rendere tormentate le nostre giornate.

Non si vede ma non c’è nulla di più reale. Aggiungo io: soprattutto per una mamma di bambini piccoli.

Questo fumetto è libero da copyright ed è la versione curata da Loona Viederman & Giovanni Anastasia.

L’autrice ne incoraggia la condivisione e la massima diffusione. 

Il lavoro di Emma si concentra su vari temi sociali e particolarmente sul femminismo, ma racconta anche delle lotte degli operai, della lotta al razzismo e alla xenofobia, dell’ecologia e di tante altre lotte politico-sociali.

I suoi volumi a fumetti sono stati tradotti in inglese, spagnolo e italiano. Ha pubblicato con Centauria “Le brave ragazze si ribellano”.


Se siete interessati a seguirla, vi consiglio di cliccare qua sotto:

www.emmaclit.com

Facebook: @EmmaFnc

Instagram: @emma_clit


E voi che ne pensate del “carico mentale”?


2 Comments

  1. Mariagiulia Vertua ha detto:

    Complimenti per questo lavoro sul carico mentale.Condivido appieno quanto detto anche se mio marito è bravissimo a riordinare la cucina.
    Per il resto….
    Io sono mamma di 5 figli.Fino a 3 figli ho lavorato part time.Ma non ho avuto solo i figli da seguire ma anche una schiera di carissime persone anziane a me care e morte di gravi patologie.Io porto ormai da 35 anni un enorme carico mentale.Mio marito ,santo uomo,ha sempre seguito esclusivamente il suo lavoro,duro lavoro,e si è sempre preso il tempo per tanti altri impegni extrafamigliari nel sociale.Io ho sempre avuto il carico mentale di tutta la mia famiglia compreso i parenti…. tutto nella mia mente che anche ora non smette mai di lavorare,di pensare,di organizzare,di fissare e fare rispettare eventi perché non ho mai avuto questo appoggio da mio marito.Bellisdimabla vignetta quando dice che incomincia una cosa e per le varie incombenze le finisce dopo due ore.E’ così… è frustrante arrivare a sera e sentirsi come quando ci si è svegliati la mattina… sempre con cose da fare..una dietro l’altra.
    È bellissimo essere mamma e nonna….Io sono nonna e ho pure un’altra figlia fuori casa.Sono sempre comunque il loro riferimenti….
    Però mi accorgo che a volte vorrei essere lontano e per qualche momento pulire la mente …non pensare a niente…ma per una mamma temo che questo non sia possibile.
    Complimenti.

    • Gloria di Buongiorno Mamma ha detto:

      Grazie mille Mariagiulia per il tuo commento. Non so se sia possibile o meno “pulire la mente” da tutto il carico mentale che ci portiamo appresso. L’unica cosa che mi auguro è che i nostri figli e nipoti siano capaci di dividerlo più equamente con l’eventuale partner. L’unica via che vedo. Un abbraccio forte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy